02 45703058 segreteria@renoils.it
Seleziona una pagina

RENOILS

IL RICICLO BUONO E’ TRASPARENTE

Consorzio Nazionale di raccolta e recupero oli grassi vegetali e animali esausti

Accordo Eni e RenOils per incrementare la raccolta degli oli alimentari usati e di frittura

Roma, 14 febbraio 2019

L’accordo prevede anche la realizzazione di campagne di informazione ed educazione ambientale per raccontare i vantaggi dell’utilizzo di oli esausti per la produzione di carburanti alternativi a quelli fossili.

CHI SIAMO:

Costituitosi nell’ottobre 2016, e subito operativo, ha ottenuto il decreto di riconoscimento da parte del Ministero dell’Ambiente il 6 aprile 2018.

Il nuovo Consorzio aggrega attualmente 254 tra associazioni e imprese della filiera degli oli e dei grassi vegetali e animali esausti, a partire dai produttori del prodotto per uso alimentare fino ai riciclatori e ai recuperatori del rifiuto.
Ne sono fondatori Assitol (Associazione Italiana dell’Industria Olearia), A.R.O.E. (Associazione Nazionale Italiana delle Aziende di Recupero Oli e Grassi Vegetali e Animali Esausti), AssimpreseItalia Nazionale e Papa srl. La guida del Consorzio è affidata al Presidente Ennio Fano.

GLI OBIETTIVI DI RENOILS:

MIGLIORARE IL SISTEMA DEL RICICLO SALVAGUARDANDO L’AMBIENTE E CREANDO VALORE PER LE IMPRESE

Il modello impostato e sviluppato integra competenze ed operatività in un processo che parte dalla conoscenza della situazione in tempo reale (studi di settore) in merito alla produzione di oli e grassi e alla parte di questi che si trasformerà in oli esausti, nonchè ai modelli comportamentali prevalenti, e prosegue con il monitoraggio del ciclo di recupero, che è in grado di individuare la percentuale di olio esausto recuperato. Questo è il punto di partenza della strategia di comunicazione finalizzata ad aumentare al massimo la percentuale del recupero attraverso iniziative diverse per target diversi, dall’opinione pubblica alle istituzioni ed enti preposti

DAGLI IMPRENDITORI DEL SETTORE, UN NUOVO CONSORZIO PER UNA NUOVA GESTIONE DEL SISTEMA DEL RICICLO DEGLI OLI ESAUSTI

RenOils – Consorzio Nazionale di raccolta e recupero oli e grassi vegetali e animali esausti nasce dalla volontà degli imprenditori del settore, con l’obiettivo di contribuire in modo efficiente, trasparente e partecipato alla gestione del sistema del riciclo degli oli esausti.
Dinamicità, trasparenza, riduzione dei costi: queste le parole chiave di una nuova realtà che si vuole caratterizzare con una struttura snella e agile, in grado di contenere al massimo i costi e di agire con trasparenza al servizio e per conto dei propri consorziati, dell’ambiente e della collettività. RenOils vuole mettersi a disposizione del sistema e dei suoi operatori, cercando di aiutare i consorziati dei diversi settori a lavorare con più efficienza, contribuendo al rafforzamento della reputazione per tutti gli operatori che vi partecipano, stimolando le Istituzioni e le Pubbliche Amministrazioni a iniziative che favoriscano il sistema del riciclo degli oli esausti al fine di un aumento del volume delle percentuali di recupero.

CHI PUO’ ISCRIVERSI A RENOILS

In Italia il Dlgs n.152/2006 prescrive l’obbligo della raccolta, del recupero e del riciclaggio degli oli e grassi vegetali e animali esausti. I produttori di oli esausti possono adempiere alla norma direttamente o tramite il Consorzio.
Sono considerati produttori di oli esausti: il settore della ristorazione (ristoranti, bar, alberghi), le attività commerciali e industriali (friggitorie, laboratori di rosticcerie, ristorazione industriale) e i consumi domestici nelle abitazioni, anche se per i cittadini non esiste l’obbligo di raccolta dell’olio esausto vegetale.
Possono iscriversi quindi a RenOils tutte le aziende che rientrano nell’obbligo stabilito dalla legge per la gestione della filiera del rifiuto olio e grasso esausto e le aziende produttrici o importatrici di oli e grassi vegetali o animali alimentari obbligate al versamento del contributo ambientale. Il contributo viene oggi calcolato in base alla all’immesso al consumo dedotte le esenzioni di legge, al 30% o al  35% del quantitativo dichiarato mensilmente o trimestralmente. È questa una norma transitoria che verrà meglio definita, anche in parallelo alla realizzazione di una fotografia dei dati del settore e di un sistema di tracciamento di questi rifiuti.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI
SCRIVICI

Ti risponderemo appena possibile